Commissione Territorio Ambiente Benessere Sociale – Report delle sedute

Commissione Territorio Ambiente Benessere Sociale – Report delle sedute

Durante questa estate si è riunita due volte la Commissione Territorio Ambiente Benessere Sociale. Di seguito i due report per tenervi sempre aggiornati!

1. Giovedì 27 luglio 2017 (Insieme alla Commissione Comunicazione, trasparenza e partecipazione)

1) Conclusioni sul tema delle onde elettromagnetiche in relazione agli impianti di comunicazione e sull’opportunità/necessità a meno di dotare il comune di uno strumento di pianificazione per la localizzazione degli impianti per la telefonia mobile e degli altri apparati radioelettrici per le telecomunicazioni

Sentiti gli interventi dei tecnici del Servizio di Igiene Pubblica dell’AUSL e il responsabile del servizio sistemi ambientali di ARPAE di Reggio Emilia durante la commissione che si è tenuta il 22 giugno 2017, che hanno aiutato ad approfondire il tema in discussione sia in relazione agli aspetti normativi che in riferimento a quelli più tecnici e legali all’ambiente e alla salute dell’uomo, nella commissione del 27 luglio si è ritenuto di formulare un’indicazione generale all’indirizzo dell’amministrazione e degli uffici competenti che prevede un attenta valutazione degli aspetti legati al posizionamento delle antenne attraverso prescrizioni specifiche, nel limite di quanto consentano le normative, da inserire negli strumenti urbanistici in occasione delle loro future varianti, in particolare nel Regolamento Urbanistico ed Edilizia (RUE).

2) Piano regolatore cimiteriale

È stato affidato un incarico per la redazione del Piano cimiteriale, una vero e proprio strumento di pianificazione riferito a tutti i cimiteri presenti sul territorio comunale. I contenuti principali del piano saranno:

  • previsione delle necessità future di sepolture e loro tipologie;
  • previsioni di eventuali ampliamenti o ridefinizione delle aree cimiteriali;
  • aspetti legati alla tutela dei beni architettonici e monumentali;
  • piano di manutenzione degli immobili;
  • regolamento di polizia mortuaria.

Il piano prevederà una parte normativa sull’arredo cimiteriale e specifiche prescrizioni per le tombe poste nell’area monumentale, tutelate dalla Soprintendenza. Considerato il costante aumento delle cremazioni e le indicazioni delle norme nazionali e regionali, che prevedono la realizzazione in almeno uno dei cimiteri comunali di un cinerario comune e un “giardino delle rimembranze” (luogo dedicato alla dispersione delle ceneri), si è dato inizio alla realizzazione di un luogo idoneo presso il cimitero del capoluogo. È in corso di realizzazione una “corte”, presso l’ala est del cimitero, che accoglierà  una cappella di marmo al cui interno verrà posto il cinerario comune e un’area circostante dove verranno messi a dimora 2 roseti per la dispersione delle ceneri in natura. Sulla cordolatura che delimiterà il roseto potranno essere apposte le targhe coi nomi dei defunti.
La fine dei lavori è prevista per il prossimo ottobre.

L’Arch. Silvia Cavallari, responsabile del settore territorio e programmazione, ha inoltre informato sullo stato dei lavori di riparazione e consolidamento degli immobili dei cimiteri che sono stati tutti danneggiati dal sisma del 2012.
Nei cimiteri di S. Girolamo e S. Rocco gli interventi sono già conclusi, mentre quelli che si dovranno eseguire presso i cimiteri di S. Rocco e del capoluogo verranno appaltati in autunno.
Nel cimitero del capoluogo si dovranno effettuare anche interventi di manutenzione straordinaria alle scale che collegano la parte monumentale con le ali est e ovest e dar corso alla sistemazione dell’ossario comune.

2. Mercoledì 6 settembre 2017

1) Presentazione del progetto di riqualificazione di Via Pieve

L’assessore Chiara Lanzoni ha introdotto l’incontro spiegando che il progetto di riqualificazione di Via Pieve è stato redatto tenendo conto delle idee e suggestioni emerse durante il processo partecipativo “Le Frazioni al Centro: percorso pilota di progettazione partecipata degli spazi urbani per un recupero ambientale nella frazione di Pieve”.

L’architetto Cavallari, responsabile del settore territorio e programmazione, ha spiegato che l’intervento verrà realizzato in tre stralci e già da ottobre/novembre inizieranno le opere relative al primo di questi e che interessa il centro della frazione. In particolare, si tratta del segmento che va dall’incrocio di via Pieve con via Sacco e Vanzetti, fino all’intersezione con via Solarolo, da fabbricato a fabbricato, ricomprendendo quindi anche delle piccole strisce di aree di proprietà privata antistanti gli immobili di via Pieve. Per questo motivo lunedì 4 settembre l’amministrazione ha organizzato un incontro con i proprietari frontisti per illustrare loro il progetto e le modalità di intervento che sono stati accolti con favore.

Il progetto, che verrà approvato in Giunta comunale la prossima settimana, prevede:

  • la realizzazione di piste ciclabili e pedonali;
  • nuovi attraversamenti pedonali;
  • una nuova pavimentazione (sia per il manto stradale che per i marciapiedi);
  • l’individuazione degli stalli per il posteggio delle auto (sia sul lato sud che su quello nord);
  • una rotonda nell’incrocio di via Pieve con via Comunità Europea;
  • il rifacimento completo dell’illuminazione pubblica.

Verrà inoltre individuata la cosiddetta “Zona 30”, cioè un tratto viario percorribile in auto ad una velocità massima di 30 km/h, facilitata da un restringimento della sede stradale, a favore di quella pedonale/ciclabile. Entro fine anno inizieranno le prime opere, mentre in primavera prenderanno il via le lavorazioni più complesse, con l’intento di completare questo primo stralcio entro la fine del 2018.

La realizzazione del progetto di Via Pieve riveste un duplice valore: il primo è quello di portare a compimento gli esiti di un percorso partecipato con la cittadinanza, il secondo è quello di un ulteriore investimento sulla qualità dello spazio pubblico, azione che questa amministrazione sta cercando di portare avanti il più possibile.

via-pieve

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.