CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GIUGNO – In campo soluzioni per il traffico a Tagliata

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GIUGNO – In campo soluzioni per il traffico a Tagliata

La prima seduta estiva del Consiglio Comunale, verrà ricordata soprattutto per la consegna delle medaglie della Liberazione conferite dal Ministero della Difesa in occasione del 70° Anniversario della Liberazione a tre cittadini guastallesi Tirelli Anna, Pazzi Giovanni e Bigi Anselmo, a cui va il nostro grazie per aver combattuto per la democrazia e la libertà.

Eccovi il consueto report della seduta

Punto 1: Comunicazioni del Sindaco

Nelle proprie comunicazioni, il Sindaco riferito della progettualità della Polizia Municipale dell’Unione Bassa Reggiana per fornire un’assicurazione post-furti a tutti gli over 65 per tutto il territorio dell’Unione dei Comuni.
Come riferito, nelle sedute scorse era stato comunicato l’avvio dell’assicurazione del cittadino per il Comune di Guastalla. Ora questo servizio viene esteso anche agli altri sette Comuni, all’interno di una serie di azioni della Polizia Municipale per la prevenzione e la sicurezza.

Inoltre, sono state comunicate le procedure sostenute per il sequestro dei greggi nei Comuni rivieraschi riportate dalla stampa in questi giorni, in sinergia coi NAS, AUSL e Corpo Forestale.

Punto 2: Comunicazioni del Presidente del Consiglio Comunale

Punto 3: Approvazione dei Verbali delle sedute precedenti

Punto 4: Mozione presentata dal gruppo Guastalla Bene Comune avente ad oggetto “Azioni per la realizzazione della variante alla Frazione di Tagliata di connessione tra la SP35 e l’asse cispadano e per l’eliminazione del transito dei mezzi pesanti su Via Staffola”

La seduta è stata l’occasione per votare una nostra mozione che ha chiesto di mettere in campo azioni per trovare una soluzione all’annoso problema del traffico nella Frazione di Tagliata, presentata insieme al gruppo consiliare “Centrosinistra per Luzzara” anche nel Comune di Luzzara.
Il documento partiva da due presupposti: lo sviluppo coordinato di una nuova importante infrastruttura come la nuova Autostrada Cispadana Reggiolo-Ferrara Sud e la sicurezza dei centri abitati attraversati dalla “vecchia” viabilità, in particolare della frazione di Tagliata, a metà tra Guastalla e Luzzara.

L’autostrada Cispadana potrebbe diventare presto realtà, dopo che il Consiglio dei Ministri ha sbloccato la situazione, con i lavori che potranno essere avviati da Autobrennero. A differenza di altre infrastrutture realizzate in questi anni, la Cispadana è un’opera necessaria, insieme all’elettrificazione ferroviaria e allo sviluppo di mobilità alternative, maggiormente sostenibili, creando un’arteria fondamentale per lo sviluppo dei nostri territori.

Tuttavia, la realizzazione dell’autostrada comporterà anche problemi da affrontare, soprattutto a livello locale: il tracciato va infatti migliorato e completato con interventi di raccordo con le comunità locali, schiacciate dal traffico pesante. In particolare nella Bassa Reggiana i rischi dell’aumento del traffico saranno forti, se non si programmeranno azioni efficaci per prevenirli. Via Staffola, ad esempio, che attraversa la Tagliata, versa da tempo in una condizione esasperata, dovuto al transito di mezzi pesanti, tra la rotatoria alla variante Cispadana ex S62 e il ponte sul Po.

La nostra proposta prevede tre strade, ambiziose ma significative, che sono complementari e possono procedere insieme.

1) Riavviare con la Provincia di Reggio Emilia (che ha la competenza su Via Staffola) e la Regione, la verifica degli accordi e dei piani che prevedono la realizzazione di una bretella di collegamento diretto tra il ponte sul Po (sp35) e la rotonda di Tagliata, a sua volta collegata con l’asse Cispadano, già pensate e programmate nel 2008 ma poi messe in secondo piano della Regione. Un intervento che ha un impatto importante ma si pone come soluzione definitiva all’insostenibile situazione attuale e, se non si fa nulla, futura.

2) Verificare con gli stessi enti se, in attesa della realizzazione della bretella (per la quale sono intuibili tempi molto lunghi), sia possibile spostare il traffico di mezzi pesanti da Via Staffola alla stessa Variante 62, che appare più idonea a tale transito, essendo nata per eliminare il passaggio dalle zone abitate e frequentate, anche dal punto di vista della tutela arginale e ambientale.

3) Procedere, insieme alla Provincia, alla progettazione di un tratto ciclo-pedonale su Via Staffola, per consentire di mettere in sicurezza ciclisti, pedoni, frontisti e residenti, durante l’attraversamento della stessa.

La mozione, oltre a un segnale di vicinanza e attenzione per la comunità di Tagliata, ha voluto dare un mandato politico forte e pieno ai nostri Sindaci, i quali stanno già lavorando per cercare le soluzioni migliori per la sicurezza e la salute dei nostri concittadini.

Il punto è passato con il voto favorevole di Guastalla Bene Comune e l’astensione delle minoranze.

Punto 5: Approvazione del Piano della Luce

Dopo la discussione in commissione e l’adozione avvenuta nella seduta del 25 febbraio, è stato approvato definitivamente il Piano Luce, che permetterà nei prossimi anni di rendere più efficiente il sistema della pubblica illuminazione del Comune, orientandola verso criteri di efficienza energetica.

Stupisce l’astensione non motivata delle minoranze, dopo che a febbraio avevano votato favorevolmente l’adozione del Piano su un testo che non ha subito modifiche da allora. Forse non si ricordavano cosa avevano deciso qualche mese prima!

Punto 6: Nulla osta al rilascio di permesso di costruire in deroga agli strumenti urbanistici – richiesta di permesso di costruire prot. N. 3/2016 presentato dall’Associazione ARCA Centro Mantovano di Solidarietà Onlus

L’ultimo punto chiedeva il nulla osta per un permesso di costruire in deroga relativo ad un immobile ubicato in Via Peroggio (a San Girolamo), oggi a destinazione residenziale, nel quale l’associazione ARCA ha intenzione di realizzare una Comunità per 15 minori svantaggiati.
Poiché le norme e gli standard per realizzare una Comunità sono differenti da quelli residenziali, vi è stato bisogno di votare una deroga al Permesso di Costruire.

Il punto è stato votato all’unanimità.

Condividi questo post

Commento (1)

  • Luca Oliva Rispondi

    A distanza di quasi un anno non si è più saputo nulla circa le 3 proposte per rimediare alla drammatica situazione di traffico pesante circolante quotidianamente attraverso via Staffola.
    Potreste aggiornarci? Grazie

    23/05/2017 at 07:42

Lascia un commento

Your email address will not be published.