Guanti e sacchi per ripulire la città: i consiglieri danno l’esempio

Guanti e sacchi per ripulire la città: i consiglieri danno l’esempio

foto_pulizia_lowSe vogliamo una Guastalla più pulita ognuno deve fare la sua parte e per passare dalle parole ai fatti, e dare l’esempio, i consiglieri di “Guastalla Bene Comune” con l’assessore Chiara Lanzoni nella mattinata di domenica 9 novembre si sono armati di guanti e sacchi della spazzatura per ripulire alcune zone della città, avendo cura di differenziare vetro, lattine e plastica.

L’intervento è stato eseguito in piazza Roma, luogo di fermata delle corriere, via don Minzoni e piazzale Marconi, davanti alla stazione ferroviaria, dove purtroppo si accumulano rifiuti, soprattutto nei tratti che sono di pertinenza delle ferrovie. Questi luoghi, scelti in quanto porte di accesso alla città e primo biglietto da visita, saranno oggetto nei prossimi mesi di alcuni progetti di riqualificazione dell’Amministrazione comunale.
In campagna elettorale una delle richieste più frequenti è stata quella di una maggiore pulizia.

Sicuramente l’ente pubblico deve fare la sua parte, ma tutti i cittadini sono chiamati a fare la loro, prima di tutto non sporcando e poi avendo cura degli spazi antistanti le proprie abitazioni. I luoghi pubblici sono di tutti e quando notiamo delle cartacce in mezzo alle aree verdi non dovremmo soltanto aspettare che se ne occupasse qualcun altro. Per recuperare quel decoro urbano che tutti auspicano basta ispirarsi al senso civico che ha sempre contraddistinto Guastalla e i guastallesi.

Oggi diamo un esempio da privati cittadini, chiedendo che tutti facciano la loro parte in attesa che nei mesi primaverili si facciano iniziative ad hoc, coinvolgendo associazioni e cittadinanza nella cura della nostra città, a cui stiamo già lavorando.

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.