L’esperienza insegna, la passione innova: Camilla Verona si ricandida come sindaco di Guastalla

L’esperienza insegna, la passione innova: Camilla Verona si ricandida come sindaco di Guastalla

guastalla bene comune presentazione camilla verona«Voglio continuare a impegnarmi per proseguire il lavoro fatto fin qui, per immaginare e costruire assieme ai guastallesi una città nuova, fatta di qualità, opportunità per i giovani e attenzione per il territorio». Così Camilla Verona, sindaco uscente di Guastalla, ha annunciato oggi la propria ricandidatura all’interno dell’evento «Condividiamo Guastalla», organizzato dal gruppo consiliare Guastalla Bene Comune.

«In questi cinque anni – ha detto – ho fatto il sindaco a tempo pieno, sentendo ogni giorno la responsabilità di questo ruolo: è qualcosa che non si impara a scuola, ma approfondendo direttamente tutte le questioni che mi sono trovata ad affrontare, con il supporto costante di una squadra di assessori e consiglieri con cui c’è stato un confronto costante e quotidiano. Insieme a tutti loro ho messo molta passione, innanzitutto per le persone con cui mi sono rapportata e per i luoghi della nostra città: con il supporto di tutto il gruppo ho trasformato quella passione in una missione e in una visione e questo mi ha dato la forza di amministrare fino a oggi, guardando al futuro che avrebbe potuto avere Guastalla nei prossimi decenni».

L’esperienza insegna, la passione innova: questo pensiero è stato il filo conduttore della scelta di Camilla Verona di riproporsi come guida dell’amministrazione di Guastalla. «Fin dal giorno dopo essere stata proclamata sindaco mi sono impegnata sui tanti fronti di lavoro necessari per il nostro comune, a partire dalla ricostruzione post-terremoto, che necessitava di un’attenzione immediata; abbiamo recuperato luoghi vitali per la città, destinato molte risorse alle manutenzioni e puntato molto sugli investimenti, a partire da una struttura per noi fondamentale come il palazzetto dello sport: tutto questo senza aumentare le tasse e con l’impegno a recuperare l’evasione fiscale, per noi è una battaglia di giustizia sociale. L’esperienza acquisita e i rapporti stretti in questi anni possono permetterci di continuare il lavoro fatto sin qui, mettendoci a disposizione dei cittadini per costruire con loro il futuro». Uno dei punti irrinunciabili dell’impegno riguarderà la centralità di Guastalla all’interno dell’Unione comunale, di cui Camilla Verona ora è presidente: «Siamo il comune più grande, in posizione strategica: miglioreremo l’offerta dei servizi e inizieremo riportando a Guastalla la centrale operativa della Polizia locale»

L’evento è stato condotto da Paolo Dallasta, capogruppo di Guastalla Bene Comune, che ha anche illustrato i dati della campagna d’ascolto A tu x tu: le tue idee per Guastalla, condotta tra ottobre e dicembre del 2018 attraverso un questionario compilato da quasi 600 guastallesi. «Guastalla Bene Comune – ha sottolineato – è stato l’unico gruppo che negli ultimi cinque anni ha davvero fatto politica, fuori e dentro il municipio. Questa campagna è solo una delle tante nostre iniziative che hanno interessato tutto il territorio di Guastalla, con cui abbiamo voluto cogliere la percezione dei cittadini, ricevere suggerimenti, mostrandoci disponibili a metterci in discussione, cosa che nessun altro ha voluto fare.»

Dalle risposte al questionario è emerso, tra l’altro, che i guastallesi interpellati hanno una percezione molto positiva della qualità della vita e dell’ambiente, dell’offerta culturale e sportiva, dei servizi scolastici e della mobilità sostenibile; si lavorerà con attenzione su sicurezza, integrazione e trasporti, anche se i dati raccolti risultano più incoraggianti del previsto e dalle schede sono venuti molti suggerimenti da considerare con cura. «I risultati del questionario – ha spiegato – per noi sono innanzitutto uno strumento che, in campagna elettorale, ci permetterà di orientare la discussione sul programma sia con riguardo ai vari temi da affrontare, sia negli incontri che svolgeremo in tutto il comune e con tutte le realtà guastallesi. Al di là dei numeri e dei dati emersi, la campagna di ascolto ci consente soprattutto di trasformare le istanze personali di coloro che hanno accettato di partecipare in un patto di comunità, un accordo di tanti che noi vogliamo condividere, per pensare una città nuova che sia davvero di tutti e faccia sentire i guastallesi uniti».

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.