Opere di messa in sicurezza in golena: via Baita e barcone di cemento

Opere di messa in sicurezza in golena: via Baita e barcone di cemento

DSC01713Pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Guastalla:

Ieri pomeriggio il Sindaco Camilla Verona ha fatto un sopralluogo in golena per visionare i lavori di messa in sicurezza da poco completati, costantemente seguiti e promossi dall’assessore Chiara Lanzoni che li illustra nella seguente nota stampa: Il Po e la sua golena costituiscono da sempre uno dei principali elementi dell’identità e della riconoscibilità di Guastalla, per i suoi cittadini e anche per chi viene da fuori. I progetti di valorizzazione del paesaggio che abbiamo in programma per il futuro della golena non possono prescindere dalle opere di messa in sicurezza del territorio. I lavori che sono stati compiuti e completati in questi giorni, prima delle piene autunnali del Po, sul barcone di cemento e in via Baita rientrano in queste opere.

La messa in sicurezza di via Baita

Via Baita, nel tratto compreso tra viale Po e il ponte stabile, da ormai quasi due anni è interrotta e chiusa al traffico per l’erosione delle scarpate create dalle piene del fiume, erosione favorita dai tubi che collegavano la Crostolina alla cava denominata Lido Sud.image

Per consentire la riapertura di via Baita in condizioni di sicurezza e per evitare che in futuro si ripetano fenomeni erosivi è stato progettata, a cura dei tecnici comunali, la costruzione di un guado che consentirà alle acque della Crostolina di transitare nella cava quando arrivano le piene e viceversa quando il fiume rientra nel suo alveo. Le dimensioni del guado e la larghezza della strada mantenuta a ml. 5 consentiranno alle acque della Crostolina di entrare in cava fino a raggiungere la quota necessaria a mettere in sicurezza le opere di difesa idraulica presenti. La viabilità lungo via Baita verrà consentita solo a ciclisti e pedoni nell’ottica della sostenibilità ambientale e all’interno delle politiche di intervento dell’immediato futuro che vedranno il completamento dell’anello ciclabile attorno alla cava “piccola” Lido Sud.

La messa in sicurezza del barcone di cemento

image--Il barcone di cemento del vecchio ponte in chiatte alcuni mesi fa, in primavera, era stato trasportato a Po
dal parco di via Pascoli e posizionato senza ancoraggio di fianco all’Ostello della gioventù. La necessaria messa in sicurezza del barcone è stata realizzata per evitare, durante le piene, il galleggiamento e il possibile danneggiamento provocato dai detriti portati dalla corrente. Il barcone (lungo ml.14, largo ml.2,5, del peso di 26 tonnellate) era in origine utilizzato per ospitare le casette in legno dei pontieri posizionate sul ponte.

Alcune note tecniche di progetto: per evitare che il barcone galleggi e si metta conseguentemente in movimento sono stati creati 10 fori contrapposti del diametro di 100mm. ciascuno nella chiglia sotto la linea di galleggiamento. Per evitare che in caso di piena i detriti colpiscano la prua e danneggino o spostino il barcone, la struttura è stata ancorata con una robusta catena navale a un plinto di cemento di adeguate dimensioni.DSC01722

Infine per evitare il pericolo di caduta dalla plancia all’interno del barcone sono stati chiusi i boccaporti con coperchi realizzati in lamiera grecata zincata.

Chiara Lanzoni – Assessore del Comune di Guastalla
Urbanistica, Ambiente, Edilizia pubblica e privata, Paesaggio agricolo e fluviale

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.