Scuola e Istruzione

Scuola e istruzione

In un territorio in cui i servizi scolastici sono un’eccellenza, sembra difficile pensare ad un miglioramento. Eppure le politiche scolastiche hanno bisogno di essere continuamente rinnovate, gli stessi servizi scolastici necessitano costantemente di essere alimentati da riflessioni e pensieri al passo con i tempi e con le sfide che la società propone.

Sarà importante continuare a pensare alla scuola come un contenitore democratico di tutto ciò che accade nella società, ma anche come uno strumento per consentire ai giovani di intraprendere il percorso che più si adatta alle proprie inclinazioni e desideri.

Inoltre, le tante scuole esistenti a Guastalla, di ogni ordine e grado, creano una rete entro la quale si sviluppa gran parte della vita di tutti i cittadini, dagli studenti ai genitori, dagli insegnanti al personale ausiliario, fino ad ogni cittadino che abbia a che fare con la vita pubblica. Investire sulla scuola, in generale investire sui giovani, è sempre una scommessa vinta in partenza.

Servizi per l’infanzia

Come è noto, i servizi per l’infanzia del nostro territorio rappresentano un’eccellenza a livello mondiale, rifacendosi al modello Reggio Children e sviluppando servizi a misura di bambino, in modo particolare attraverso l’affidamento delle politiche per l’infanzia all’Unione dei Comuni e la gestione dei servizi da parte dell’Azienda Speciale Bassa Reggiana, azienda pubblica e di proprietà dei Comuni.

Punto cardine delle politiche dell’infanzia è la partecipazione dei genitori nello sviluppo e nella programmazione dei servizi: i nostri nidi e le nostre scuole per l’infanzia non sono parcheggi, ma luoghi di educazione e laboratori di cittadinanza attiva. I servizi devono essere aperti al territorio e avere con esso continui scambi, caratterizzandosi come soggetti pienamente integrati nella vita di una comunità.

Questo modello deve essere mantenuto, anzi rafforzato proprio dall’amministrazione comunale, continuando a sostenere i servizi e ad alimentare la continua riflessione che porta a concepire nuove soluzioni che colgano la trasformazione della società e aumentino la flessibilità del servizio.

Inoltre deve essere sostenuta, come da direttiva regionale, la costruzione di un sistema integrato con le scuole paritarie del territorio, come già in parte fatto negli anni recenti. Sulle scuole paritarie in particolare, si dovranno implementare le progettualità, già presenti nelle scuole pubbliche, soprattutto in ambito psico-pedagogico

Scuola dell’obbligo

Investire sulla scuola è un dovere, per garantire continuità educativa, superare la frammentazione tra i vari ordini di scuole, perseguire il successo formativo e ridurre progressivamente la dispersione scolastica.

Deve essere mantenuto e rafforzato il ruolo che in questi ultimi anni ha assunto l’Amministrazione Comunale relativamente alle politiche scolastiche rivolte alla fascia dell’obbligo, così come indicato dall‘articolo 3 del D.P.R. 275/99 (Regolamento dell‘Autonomia), vale a dire la partecipazione attiva all’elaborazione del Piano dell‘Offerta Formativa, con conseguente investimento di risorse finalizzate al suo sostegno e alla sua qualificazione.

Occorre rafforzare le progettazioni che l’Amministrazione comunale sostiene e che contribuiscono in modo rilevante alla formazione del Piano dell’Offerta formativa delle scuole dell’obbligo: dal punto d’ascolto (sportello di consulenza psicologica) ai percorsi di avvicinamento alla lettura, alle azioni volte a diminuire la dispersione scolastica promuovendo percorsi di orientamento e di inclusione sociale; dalle attività sportive all’educazione ambientale, dal teatro ragazzi alle proposte della biblioteca.

Scuola Secondaria

Nel Comune di Guastalla hanno sede due Istituti Secondari di secondo grado: l’Istituto Superiore Russell e l’Istituto Superiore Carrara. Pur non avendo all’interno di questi istituti una funzione programmatoria e/o educativa, l’Amministrazione Comunale dovrà alimentare il continuo confronto con queste scuole: esse, pur vedendo la presenza di ragazzi provenienti da tutto il territorio del nostro distretto e di altre province limitrofe, costituiscono una delle realtà numericamente e socialmente significative per la nostra comunità.

Oltre al finanziamento del “Progetto Educatore” devono trovare prosecuzione le iniziative di ampio respiro culturale e formativo, quali ad esempio il Viaggio della Memoria, i Laboratori di Didattica museale e le progettazioni rivolte alla prevenzione delle dipendenze.

Scuola e disabilità

Per garantire il diritto allo studio delle persone con disabilità, il servizio scolastico comunale continuerà a sostenere le famiglie e le strutture scolastiche, assegnando insegnanti d’appoggio nelle scuole dell’infanzia; assicurando trasporti speciali; provvedendo ad acquisti di arredi, attrezzature e materiali necessari per il regolare inserimento degli alunni in ogni ordine e grado di scuola e sostenendo, tramite l’Azienda speciale Bassa Reggiana e l’Associazione Pro.di.gio, il “Progetto Educatore” sia nella scuola dell’obbligo che negli istituti superiori.

Saranno assicurate ai minori diversamente abili esperienze estive che, in accordo con le famiglie e il servizio di neuropsichiatria infantile, promuoveranno e faciliteranno l’integrazione: dall’Inserimento ai C.R.E.S. parrocchiali al Campo giochi dell’AICS.

Il Comune di Guastalla, in collaborazione con il Comune di Gualtieri, Brescello e Boretto, continuerà a garantire il servizio di trasporto scolastico verso la Casa del Sole di Mantova. Si tratta di un servizio importante che consentirà a studenti guastallesi con grave disabilità di poter frequentare quotidianamente l’Istituto mantovano.

 

Doposcuola

Sostenere da un punto di vista economico ed organizzativo l’attività di Doposcuola organizzata dall’Oratorio Don Bosco, un’opportunità aperta a tutti gli studenti frequentanti la scuola dell’obbligo, di qualsiasi nazionalità, che oltre a rappresentare un momento di sostegno alla scolarizzazione costituisce uno spazio dove i ragazzi imparano a conoscersi e a relazionarsi. Fondamentale è a questo proposito il confronto tra scuola, oratori ed ente locale al fine di condividere il percorso formativo e consentire così ad operatori, studenti e famiglie di avere strumenti e informazioni necessarie per raggiungere i risultati sperati.

Scuola e inclusione sociale

Devono essere sostenuti i processi di inclusione e integrazione sociale con attenzione alle fasce di cittadini più a rischio di emarginazione e, in particolare, per quanto riguarda la popolazione immigrata, soprattutto agli adolescenti e alle adolescenti migranti.

A tale scopo si ritiene importante favorire l’inserimento dei bambini nati in altri paesi alla scuola dell’infanzia, per facilitare il successivo percorso scolastico e sostenere l’inserimento sia da un punto di vista scolastico che relazionale.

Occorrerà sostenere il progetto di Alfabetizzazione nella scuola primaria e secondaria per sostenere l’inserimento dei bambini stranieri che arrivano in corso d’anno nella nostra comunità partendo proprio dal mondo della scuola (progetto ALI).

Si dovrà poi, in caso di vittoria, Sostenere il progetto denominato “SCREENING DSA” rivolto a tutti gli istituti comprensivi del territorio e il Progetto per l’inclusione scolastica di alunni con sindrome dello spettro autistico denominato “In & out” e promosso dall’Istituto Comprensivo di Guastalla.

Sarà infine importante sostenere e consolidare il laboratorio di accoglienza e l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua (L2).

Edilizia scolastica

Continuare le opere di manutenzione e di efficientamento degli edifici scolastici, in particolare delle scuole del Centro e di San Martino.