REPORT CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 OTTOBRE

REPORT CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 OTTOBRE

Il Consiglio Comunale del 17 ottobre è stato convocato inizialmente per approvare solo la trasformazione di ATER da associazione a fondazione. Con l’assenso di tutto il Consiglio, alla seduta è stato aggiunta anche la nostra mozione a sostegno del popolo curdo.

1. Comunicazioni del Sindaco

Prima di iniziare la trattazione dei punti, il Sindaco ha comunicato l’inizio dei lavori per la realizzazione del Palazzetto dello Sport.

Inoltre, è stato anche comunicato che la Provincia ha assegnato i lavori per la realizzazione della rotonda di Tagliata e che sono in corso gli incontri per la definizione della logistica del cantiere.

2. Comunicazioni del Presidente del Consiglio Comunale

3. Approvazione della trasformazione di A.T.E.R. “Associazione Teatrale Emilia Romagna” in fondazione “Ater Fondazione” ai sensi dell’Art. 42 bis del Codice Civile e relativo statuto

Come spiegato nel corso dell’illustrazione del punto dall’Assessore Negri, ATER era l’associazione nata nel 1964 per la gestione e il supporto ai teatri dell’Emilia-Romagna, alla quale si affiancano altri enti come l’Orchestra stabile dell’Emilia Romagna, ERT (il cui scopo è produrre spettacoli teatrali), ATER Balletto e Centro Regionale Danza.

Dopo la Riforma del 2014/2015, lo Stato riconosce solo i Teatri Nazionali (come la Scala o la Fenice) e i circuiti regionali multidisciplinari. In tal senso ATER ha quindi la necessità di trasformarsi da Associazione a Fondazione in modo da avere maggiore autonomia e più libertà nel strutturare i circuiti teatrali oltre alla possibilità di reperire sponsorizzazioni private. In questi anni il Comune di Guastalla ha utilizzato ATER non tanto per la programmazione delle stagioni teatrali, dove ci si è sempre mossi in autonomia, ma per il supporto ad altri eventi e spettacoli.

La partecipazione del Comune di Guastalla come socio fondatore della Fondazione ATER comporterà una quota annua di 700 €. La scelta di essere soci fondatori permetterà quindi di valutare le nuove modalità di azione di ATER e le possibilità concrete che si potranno sfruttare anche sul nostro territorio.

Il punto è stato approvato con il voto favorevole di Guastalla Bene Comune e Avanti Guastalla e l’astensione di Per Guastalla e Centro Destra per Guastalla.

4. Mozione presentata da Guastalla Bene Comune per esprimere solidarietà al popolo del Sistema Federale Democratico della Siria del Nord (Kurdistan occidentale) dopo l’invasione militare turca

Come già anticipato, prima del Consiglio Comunale abbiamo depositato una mozione urgente affinché il Comune di Guastalla esprima solidarietà e metta in campo azioni di sensibilizzazione a aiuto nei confronti del popolo del Kurdistan occidentale che sta subendo in questi giorni l’invasione militare turca. Da sempre, infatti, riteniamo importante che un consesso di rappresentanza democratica, anche se di una piccola città, si esprima su fatti internazionali rilevanti e si attivi per mettere in campo tutte le azioni possibili all’interno del proprio raggio di competenza.

In particolare, l’invasione turca nei confronti del popolo curdo è anche un attacco nei confronti dei valori di democrazia, tolleranza e eguaglianza che l’amministrazione del Rojava ha praticato e difeso in questi anni di guerra in Siria.

Per questo la mozione ha impegnato a:

  • inviare una comunicazione al Ministero degli Affari Esteri con la richiesta di compiere tutti gli atti internazionali possibili volti a interrompere il conflitto generato dall’invasione turca nei confronti del Kurdistan Occidentale:
  • chiedere al Governo italiano di proseguire una forte azione diplomatica, volta a interrompere la fornitura di armi alla Turchia sia a livello europeo che attraverso significative azioni bilaterali.
  • chiedere al Governo a tutelare il popolo kurdo, considerando anche l’eventuale apertura di un corridoio umanitario, nel caso in cui la situazione nella regione dovesse aggravarsi ulteriormente, per permettere l’invio di aiuti e soccorso alla popolazione del Rojava;
  • individuare nell’Associazione Mezzaluna Rossa Kurdistan Italia ONLUS e nell’Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia “UIKI ONLUS” i referenti per promuovere eventuali progetti di cooperazione, sostegno ai rifugiati kurdi o iniziative di sensibilizzazione.

A questi punti si è aggiunta anche una proposta proveniente da Avanti Guastalla per l’invio del documento alla Ambasciata Turca in Italia.

Ringraziando tutti i gruppi per l’unanimità raggiunta (a differenza di quello che è successo a Reggio Emilia), speriamo che la disumana invasione turca cessi al più presto e che anche dal nostro territorio possano essere promosse azioni di aiuto concreto al popolo curdo.

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.