REPORT CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 DICEMBRE – Bilancio 2019 e assegnazione dei lavori per il Palazzetto dello Sport

REPORT CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 DICEMBRE – Bilancio 2019 e assegnazione dei lavori per il Palazzetto dello Sport

Con il Consiglio Comunale del 20 dicembre si è approvato l’atto amministrativo più importante per la vita dell’amministrazione comunale: il Bilancio di previsione 2019-2021. Inoltre, è stata comunicata l’assegnazione dei lavori per il Palazzetto dello Sport e sono stati votati altri punti di natura finanziaria.

Punto 1. Comunicazioni del Sindaco

Nelle sue comunicazioni, il Sindaco ha annunciato l’assegnazione dei lavori per il Palazzetto dello Sport al Raggruppamento formato dal Consorzio Ciro Menotti per Tecton per la costruzione e da UISP comitato di Reggio Emilia, Gisport srl di Reggio Emilia e Kyoto center di Guastalla per la gestione. I lavori inizieranno tra la fine di febbraio/inizio marzo.

Il Sindaco ha anche annunciato la pubblicazione del Bando “Well FARE” con cui la Giunta Comunale di Guastalla ha deciso di erogare i contributi per progetti sociali attraverso una nuova modalità, innovativa rispetto agli anni precedenti. Questo nuovo strumento, studiato e adottato dall’Assessorato al Welfare, servirà a finanziare le iniziative e i programmi virtuosi che integrano la progettazione in ambito sociale, rispondendo così ad un più ampio numero di bisogni reali. Il metodo garantirà una maggiore trasparenza nell’assegnazione dei contributi in base ai progetti presentati, ai quali verrà attribuito un punteggio secondo criteri che ne valutano la qualità

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito: http://www.comune.guastalla.re.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=16670

Punto 2. Comunicazioni del Presidente del Consiglio

Punto 3. Ratificazione deliberazione di Giunta Comunale n. 113 del 27 novembre 2018

Con questa variazione di Bilancio, si è deliberata una spesa di 48.500 Euro complessivi da destinare alla manutenzione straordinaria della pavimentazione di pregio (porfido, ciotolato, etc.) del Centro Storico. In particolare l’intervento riguarderà: Corso Garibaldi, Corso Prampolini, Via Gonzaga e Via Martini di Belfiore.

Il punto è stato approvato all’unanimità.

Punto 4. Interrogazione presentata dal Consigliere Re Stefano del Movimento 5 Stelle avente ad oggetto “Parco di Via Pascoli”

Con tale interrogazione, il gruppo Guastalla 5 Stelle chiedeva quali interventi sono stati fatti e/o sono in programma su Parco Pascoli.

Nella sua risposta, il Sindaco ha ribadito e sottolineato che la situazione di Via Pascoli è a cuore all’amministrazione, che in questi anni si è confrontata assiduamente con la Polizia Municipale e ha incontrato singoli cittadini residenti nella zona. I disagi verificatesi riguardano soprattutto alcune serate delle sere estive, quando il Parco viene utilizzato da giovani come luogo in cui mangiare e bere. Il Sindaco ha sottolineato il servizio di controllo che esegue la Polizia Municipale, con una cinquantina di controlli specifici sul Parco, e la collaborazione con altre forze dell’ordine, sollecitate assiduamente sul tema. Tuttavia è anche doveroso segnalare che nessuna denuncia di comportamenti incongrui è giunta alla Polizia Municipale. Inoltre, sull’area sono presenti 8 telecamere collegate alla centrale della Polizia Municipale, visibili 24 ore su 24.

Per quel che riguarda gli interventi, è appena conclusa la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con un sistema a led, che aumenterà la visibilità e la sicurezza del Parco. Inoltre, l’amministrazione sta valutando l’opportunità di recintare il Parco, anche se questa opzione presenta pro e contro da ben ponderare. Infine, è stato riportato il controllo delle Guardie Ecologiche e l’intervento costante di SABAR in caso di segnalazione di rifiuti.

Il Consigliere Re si è dichiarato soddisfatto della risposta del Sindaco.

Punto 5. Progetto di scissione parziale di ramo d’azienda di SABAR Spa in favore di SABAR Servizi Srl

Questo atto riguarda modifiche statutarie di SABAR Spa (Società che detiene discarica, la produzione energetica e detiene gli immobili) e SABAR Servizi Srl (Società che si occupa invece della raccolta rifiuti e di tutti gli altri servizi che fa Sabar, come l’efficientamento energetico). Tale modifica si è resa necessaria per una esplicita richiesta di ATERSIR di ricondurre all’interno di SABAR Servizi la gestione della discarica e il suo post mortem, prima in capo a SABAR Spa.

La modifica è inoltre indispensabile affinché SABAR Servizi continui ad essere una Società in house degli otto Comuni soci, per i quali deve fatturare almeno l’80% delle attività. Spostanto la gestione della discarica da SABAR Spa a SABAR Servizi Srl, si consente quindi la garanzia dell’80% del fatturato. Questo provvedimento non impatta nulla sui piani finanziari e sui cittadini.

Il punto è stato approvato con il voto di Guastalla Bene Comune e Guastalla 5 Stelle e l’astensione di Per Guastalla.

Punto 6. Analisi delle società partecipate ai sensi dell’Art. 20 del D.Lgs 175/2016

L’ultimo punto riguardava la revisione delle Aziende partecipate dal Comune, in un’ottica di sfoltimento e di spending-review. In particolare, il Comune di Guastalla ha ribadito di uscire dall’azienda “Piacenza Infrastrutture Spa”, di cui deteneva una partecipazione dello 0,74% a seguito dei vari accorpamenti da AGAC a IREN, e da “Infrastrutture Fluviali Spa”

Il punto è stato approvato con il voto favorevole di Guastalla Bene Comune e Guastalla 5 Stelle e l’astensione di Per Guastalla.

Punto 7. Imposta Municipale Propria (IMU). Determinazione delle aliquote per l’anno 2019
Punto 8. Tributo per i servizi indivisibili (TASI) – Approvazione aliquote e disciplina regolamentare anno 2019 – Conferma delle aliquote approvate per l’anno 2018
Punto 9. Conferma delle aliquote dell’addizionale comunale IRPEF per l’anno 2019

Per quanto riguarda le aliquote delle imposte locali (addizionale Irpef, TASI, IMU) non si riscontrano anche per quest’anno variazioni come avviene dal 2015. Questa impostazione quest’anno assume maggior rilevanza, in quanto era possibile ritoccare le aliquote ma non è stato fatto.

Aliquote IMU:

  • Fabbricati produttivi, direzionali, uffici, negozi e altre tipologie, terreni agricoli ed aree edificabili: 8,60 per mille (aliquota ordinaria);
  • Seconde case: 9,00 per mille.

Sono esenti: i fabbricati rurali strumentali, i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita e tutte le fattispecie previste dalle normative vigenti.

L’IMU non verrà applicata sull’abitazione principale/ “prima casa” (salvo le case signorili, le ville di lusso, ecc delle categoria A/1,A/8, A/9 per le quali è prevista un’aliquota del 4,90 per mille).

Aliquote TASI-IUC:

  • Per fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita: 2,5 per mille;
  • Per fabbricati rurali ad uso strumentale dell’agricoltura: 1,0 per mille;

Per tutti gli altri fabbricati, v’è l’esenzione dal tributo.

Aliquote addizionale IRPEF:

  • Esenzione per redditi imponibili fino a € 12.000;
  • 0,45% per la fascia di reddito fino a € 15.000,00;
  • 0,55% per la fascia di reddito da € 15.001,00 a € 28.000,00;
  • 0,70% per la fascia di reddito da € 28.001,00 a € 55.000,00;
  • 0,78% da € 55.001,00 a € 75.000,00;
  • 0,80% oltre i € 75.000,00.

I tre punti sono stati approvati all’unanimità.

Punto 10. Approvazione Documento unico di Programmazione (DUP) 2019-2021, definitivamente aggiornato al bilancio di previsione 2019-2021

Il Bilancio di previsione 2019-2021 approvato nella seduta del Consiglio Comunale del 20 dicembre è stato l’ultimo di questa consiliatura, occasione che ci permette di fare valutazioni più ampie sull’operato di questi cinque anni.

Dal punto di vista più tecnico, il Bilancio mantiene tutti quegli elementi di solidità, virtuosità e cautela che l’hanno contraddistinto in questi anni. Come premessa generale, è necessario ribadire alcuni elementi di virtuosità non trascurabili:

  • La conferma delle aliquote delle imposte locali e il conseguente non aumento della tassazione per i cittadini, come esposto precedentemente;
  • L’utilizzo dell’avanzo di amministrazione e degli oneri di urbanizzazione solo sugli investimenti e non sulla parte corrente;
  • Un’impostazione di entrate e uscite prudenziale e cautelativa, che permetterà nel corso dell’anno di liberare nuove risorse.

Inoltre, aver approvato per il terzo anno consecutivo il Bilancio di previsione entro il 31 dicembre (tra i primi in Provincia), non solo contribuisce a dare certezze all’azione amministrativa, ma è il segno della maturità delle politiche attuate.

Tuttavia, dietro ai numeri emerge decisamente il dato politico di questo Bilancio, con cui si andranno a cogliere i maggiori frutti di questo mandato amministrativo. In cinque anni di lavoro, sul Comune di Guastalla si sono infatti investiti oltre 22 milioni di Euro, grazie ai quali è stato possibile raggiungere i principali obiettivi che la maggioranza si era posta.

In primis la realizzazione del Palazzetto dello Sport, per il quale in Consiglio è stata annunciata l’aggiudicazione del bando e l’inizio dei lavori tra fine febbraio e inizio marzo 2019. Il percorso che ha portato alla realizzazione del Palazzetto è da ritenersi particolarmente virtuoso, in quanto realizzato senza ricorrere a indebitamento e con una partnership proficua con importanti operatori privati. Inoltre, l’investimento assume maggior rilevanza se inquadrato all’interno della mole di altre opere compiute.

Pensiamo ad esempio al recupero degli edifici pubblici colpiti dal sisma, che andrà a completarsi nei prossimi mesi e continuerà a restituire alla Città luoghi sicuri e ri-funzionalizzati, così come si è fatto, tanto per citarne alcuni, con la Scuola di Musica, la Torre Civica e il Palazzo Ducale. La restituzione di importanti contenitori pubblici è stata inoltre un’occasione per rivitalizzare la Città, soprattutto sul lato dell’offerta culturale.

Infine, è doveroso citare l’enorme sforzo fatto dall’assessorato al Welfare, grazie al quale in questi anni sono stati implementati nuovi servizi, come l’Emporio Solidale, e che recentemente ha promosso il bando “WELL Fare” con cui si andrà a stimolare la realizzazione di progetti sociali da parte di associazioni e terzo settore.

Grazie al lavoro intrapreso dal 2014 si è rimessa in carreggiata una Città che era ormai isolata e senza una progettazione. Per Guastalla e tutta la Bassa non finiscono però le sfide da intraprendere, per rendere sempre di più il nostro territorio attrattivo, vivo e solidale. Di certo, restituiremo a chi amministrerà dal prossimo maggio una base solida sulla quale immaginare nuove politiche e nuovi obiettivi.

Il Bilancio 2019 è stato approvato con il voto favorevole di Guastalla Bene Comune e l’astensione delle opposizioni.

Punto 11. Autorizzazione alla presa in carico del patrimonio dell’Ex IPAB “Asilo Infantile di Villa Tagliata” a seguito dell’estinzione dell’Ente

Con il Punto 11 si è approvata la presa in carico da parte del Comune dell’immobile dell’Ex Asilo di Tagliata, il quale cessò la propria attività nel 1976.

Nel luglio 2013, all’estinzione dell’IPAB, fu disposto da un Decreto della Giunta Regionale che tutti i beni relativi, tra cui un immobile e 5 libretti bancari, fossero ceduti all’amministrazione comunale di Guastalla. Per mero errore materiale, il cortile riferito all’immobile fu conferito alla Parrocchia di Tagliata per decreto del Vescovo del 1986. A seguito del riscontro dell’errore, la Curia della Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla ha autorizzato la rettifica della nota di trascrizione della proprietà.

Con tale atto, il Comune prende quindi in carico tutti i beni di proprietà dell’Ex IPAB “Asilo Infantile Villa Tagliata”.

Il punto è passato all’unanimità.

Punto 12. Concessione in gestione della struttura denominata “Torre Civica” sita in Piazzale Matteotti n.9 – Atto di indirizzo

L’ultimo punto riguarda un atto di indirizzo per la concessione in gestione della Torre Civica, edificio recuperato recentemente e già rivitalizzato nell’utilizzo da associazioni locali.

Con questo atto si sono quindi stabilite le linee guida per il futuro bando con cui si andrà ad individuare il soggetto a cui sarà affidata in concessione la gestione della Torre Civica per un periodo di 3 anni, rinnovabili successivamente per altri 2. Le finalità dell’affidamento dovranno essere quelle della valorizzazione della torre con iniziative culturali e visite guidate con l’obiettivo di creare un polo di aggregazione sociale, culturale e ricreativa per tutta la Comunità.

Il punto è passato all’unanimità.

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.