COMUNICATO CONSIGLIO COMUNALE 29 OTTOBRE – Su rifiuti, turismo e cultura avanti su politiche condivise e concrete

COMUNICATO CONSIGLIO COMUNALE 29 OTTOBRE – Su rifiuti, turismo e cultura avanti su politiche condivise e concrete

Il Consiglio Comunale del 29 ottobre ha permesso di approfondire tematiche eterogenee, dove emerge l’intenzione chiara di mantenere una linea di dialogo costante e incentrata su politiche concrete.

Siamo molto soddisfatti, quindi, del voto unanime sulla nostra mozione che chiede di valutare e adottare un modello di tariffa puntuale sui rifiuti, facendo riferimento alla nuova legge regionale, non appena il sistema di raccolta dei rifiuti Porta a Porta sarà omogeneo su tutti gli 8 Comuni del Comprensorio Sabar. Dal Consiglio arriva quindi una spinta a favorire le modalità incentivanti la raccolta differenziata, anche con contenitori ad hoc durante la manifestazioni e nei principali luoghi pubblici.

La stessa soddisfazione la esprimiamo sulla nostra mozione sul rilancio dei servizi educativi 0/6 anni, dove si chiede a parlamento e governo di portare a termine il disegno di legge per equiparare i nidi al resto del sistema scolastico, facendo emergere l’importanza di un servizio di storica importanza nel sistema emiliano. Questa nostra mozione ha già trovato riscontro nei parlamentari reggiani e, oltre a riproporla in Unione dei Comuni, verrà inviata a tutti i Consigli Comunali della Provincia, proprio perché dai nostri territori arrivi una spinta decisiva.

L’impostazione dialettica è stata tenuta anche sulle proposte delle minoranze. In particolare sull’Art Bonus, ovvero la possibilità di sgravi fiscali legati ad erogazioni liberali su progetti legati ai beni culturali, che in questi mesi era già stato vagliato dalla Giunta ma che risultava difficilmente applicabile sui nostri immobili, già interessati dalla progettazione post-sisma. La mozione del Movimento 5 Stelle impegnava a presentare un piano per il 2015, difficilmente realizzabile visti i tempi. Per questo abbiamo chiesto di modificare il testo della mozione trovando così un accordo, affinché l’impegno fosse ribadito ma legato soprattutto ai prossimi anni, quando anche il quadro normativo verrà riformato. In egual modo ci siamo astenuti sulla mozione riguardante il bonus scuola, poiché, come ribadito dalle stesse opposizioni, in mancanza di un decreto attuativo non sarebbe serio impegnarsi su un testo sul quale non si sa nemmeno se si può applicare ai Comuni.

Le interrogazioni sulla nuova ciclopedonale da Baccanello fino a Santa Vittoria lungo il Crostolo e sul recupero dell’Ostello ci hanno permesso di far luce sulle attività messe in campo per la valorizzazione turistica, con spese congrue e che genereranno un plusvalore per il territorio. La ciclopedonale, finanziata addirittura nel 2007, completerà la rete Comunale e fluviale ma soprattutto rientra nel progetto della Via Matildica che da Mantova porterà a Lucca, rendendo così Guastalla un crocevia importante tra percorsi di interesse nazionale. L’Ostello verrà invece rimesso a norma per ritrovare tutta la sua funzionalità e poter offrire un servizio ricettivo completo.

Il voler cercare una massima convergenza di tutto il Consiglio ci ha portato poi a rinviare il regolamento sui patrocini, proprio per permettere ad un’altra seduta della Commissione di affinare il testo finale.

L’interesse di Guastalla Bene Comune è quello di raggiungere obiettivi condivisi e realizzabili, non di mettere bandiere per fare propaganda.
Ancora una volta, pensiamo sia emerso!

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.