CONSIGLIO COMUNALE DEL 24 OTTOBRE – EFFICENTAMENTO ENERGETICO DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE: UNA SCELTA PER IL RIPARMIO AMBIENTALE ED ECONOMICO

CONSIGLIO COMUNALE DEL 24 OTTOBRE – EFFICENTAMENTO ENERGETICO DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE: UNA SCELTA PER IL RIPARMIO AMBIENTALE ED ECONOMICO

Il Consiglio di Ottobre 2017 ha avuto un solo punto di discussione politica, relativamente all’affidamento a S.A.BA.R Srl del servizio di gestione della pubblica illuminazione, una scelta che permetterà l’efficientamento della nostra rete e un considerevole risparmio economico e ambientale.

Punto 1. Comunicazioni del sindaco.

Prima di iniziare la discussione sul punto all’Ordine del Giorno, il Sindaco ha informato il Consiglio relativamente alle procedure di ricorso sugli accertamenti IMU delle Aree edificabili, comunicando che le sentenze di Primo grado della Commissione Tributaria sono state tutte favorevoli al Comune.

Punto 2. Comunicazioni del Presidente del Consiglio.

Punto 3. affidamento in house a S.A.BA.R. srl del servizio di gestione della pubblica illuminazione dal 01/11/2017 al 31/10/2037.

A presentare il punto all’ordine del giorno erano presenti il Direttore di S.A.BA.R Marco Boselli e l’Ing. Lorenzo Bigliardi che si è occupato del piano.

Con l’affidamento ventennale della gestione della Pubblica Illuminazione a S.A.BA.R, si procede con il progetto di efficientamento energetico previsto per tutti gli otto Comuni della Bassa Reggiana che si completerà entro il 2019. Tale progetto nasce dalla volontà di utilizzare i fondi post-mortem della discarica per la collettività, procedendo ad investire la liquidità di S.A.BA.R. verso investimenti utili ai cittadini.

In tal modo si potranno raggiungere diversi importanti obiettivi:

  • Sostituire tutti i corpi luminosi vetusti con impianti a led in grado di consumare meno energia e di illuminare meglio, oltre che essere più semplici nella manutenzione;
  • Ridurre l’impatto ambientale generando meno inquinamento luminoso e meno consumi energetici;
  • Generare un risparmio economico;
  • Migliorare l’illuminazione e la sicurezza urbana e stradale;
  • Incrementare i punti luce attraverso estensioni puntuali della rete.

Attraverso un censimento, entro il 2019 si andranno a sostituire tutti gli oltre 3.800 punti luminosi della città, passando da una potenza di 150 watt ad una di circa 50 watt per ogni corpo luminoso, permettendo un risparmio medio del 64% sia in termini economici che in termini di KW/h. Oltre a ciò, si andranno a realizzare altri importanti interventi di potenziamento della pubblica illuminazione per circa 2 milioni di Euro di investimenti, tra cui:

  • Potenziamento dell’illuminazione di Via Circonvallazione;
  • Potenziamento dell’illuminazione di Via Pieve;
  • Nuova illuminazione di Via Bonazza e Via Viazzolo Lungo;
  • Nuova illuminazione di Via Castellazzo (dalla Chiesa alla Cispadana);
  • Illuminazione dell’Anello di Atletica;
  • Illuminazione della pista ciclabile delle scuole;
  • Potenziamento illuminazione in Via de Amicis, Via Mariotti e Via Costa (già nel 2017);
  • Sostituzione del quadro elettrico di Via Solarolo e Via Cisa Ligure (già nel 2017).

Il Comune di Guastalla corrisponderà quindi un canone annuo a S.A.BA.R pari a 519.7200 Euro (con IVA), a fronte di 538.020 Euro (con IVA) di costi che oggi il Comune sostiene per la pubblica illuminazione (comprensivi di manutenzione ordinaria, straordinaria e fatture). In tale canone sono compresi gli investimenti sull’espansione delle reti e l’intero progetto di efficientamento, per un risparmio annuo di 18.300 Euro e complessivo nei 20 anni di 366.000 Euro. Scaduti i 20 anni di affidamento, il risparmio medio annuo del Comune nei successivi dieci anni sarà pari a circa 315.000 Euro.

Infine, sono state date rassicurazioni anche sull’intensità luminosa delle nuove lampade, pari a 4.000 gradi kelvin nelle strade extraurbane e a 3.000 gradi kelvin nei centri abitati, valori sotto la soglia di rischio relativa all’elettrosmog.

Con tale atto, si conclude un percorso iniziato da un lato con l’approvazione del “Piano Luce”, strumento urbanistico che detta le regole sull’illuminazione pubblica e privata, e dall’altro con le modifiche statutarie di S.A.BA.R che hanno ampliato l’oggetto sociale dell’Azienda permettendo ad essa di offrire sempre più nuovi servizi ai Comuni e ai Cittadini.  In tal modo, quindi, si da un segnale forte come territorio, quello della Bassa Reggiana, sia in termini ambientali, economici che urbani.

Il Punto è passato con il voto favorevole di Guastalla Bene Comune e Movimento Cinque Stelle e con l’astensione del gruppo “Per Guastalla”.

Di seguito un’infografica riassuntiva.

illuminazione_25613617

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.