CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 LUGLIO – Dalla Variazione di Bilancio nuovi investimenti

CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 LUGLIO – Dalla Variazione di Bilancio nuovi investimenti

L’ultima seduta Consiliare prima della pausa di Agosto, ha avuto come oggetto della discussione principale la ratifica di una Variazione di Bilancio e la verifica degli equilibri generali del Bilancio stesso, da deliberare entro il 31 luglio, come previsto dalla Legge.

Punto 1. Comunicazioni del Sindaco

Nelle sue comunicazioni, il Sindaco ha aggiornato il Consiglio sul piano di censimento dell’amianto che gli otto Comuni della Bassa Reggiana hanno iniziato quattro mesi fa insieme a Sabar. Come già riportato dalla stampa locale, si è conclusa la prima fase di rilevazione grazie all’utilizzo dei droni, che ha generato una mappa del rischio e ha permesso di calcolare la quantità di amianto presente nel nostro territorio, pari a circa 33.000 tonnellate.
Ora inizierà la fase due, con i Comuni che invieranno una lettera informativa ai proprietari degli immobili con richiesta di valutazione dello stato di conservazione delle coperture in eternit, alla quale gli stessi dovranno rispondere comunicando il grado di intervento intrapreso o meno.
Riportiamo quindi uno strlalcio del Comunicato dell’Unione dei Comuni sull’argomento: “In questo modo sarà possibile tenere mappata costantemente la presenza di eternit e dello stato di conservazione nonchè le rimozioni previste, per tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini, arrivando così alla creazione di un database sempre aggiornato oltre che a un sensibile miglioramento della situazione attuale. In questi mesi è stato inoltre riscontrato il successo per le modalità sperimentali di rimozione dell’eternit tramite il kit “fai da te” (acquistabili in 12 ferramenta distribuite sugli 8 Comuni) per quantitativi non superiori a 300 chili. Da maggio a oggi sono stati infatti effettuati 35 i ritiri, alcuni dei quali anche da parte di cittadini stranieri residenti sul territorio, per un totale di 8.790 chili di eternit avviati a smaltimento. Per quanto riguarda invece capannoni industriali o agricoli, si punta a finanziamenti pubblici che, nel caso del bando Inail, coprono a costo zero il 65% della spesa con un tetto di 130.000 euro.”

Di sicuro, la lotta all’amianto è un passo avanti decisivo per la sicurezza dei nostro cittadini.

Punto 2. Comunicazioni del Presidente del Consiglio

Il Consiglio, su invito del Presidente del Consiglio, ha osservato un minuto di silenzio per le vittime dei numerosi attacchi terroristici accaduti negli ultimi giorni.

Durante le sue comunicazioni, il Presidente, come d’accordo in Ufficio di presidenza, ha chiesto di invertire i punti dell’ordine del giorno per permettere la trattazione congiunta dei punti finanziari n.5 e n.8.
Inoltre, a causa di un contrattempo dell’Assessore Lanzoni, si è deciso di concerto di spostare la risposta dell’Interrogazione (posta al punto n.6 dell’Odg) presentata dal Movimento 5 Stelle sulla frazione di San Giacomo al prossimo Consiglio.

Punto 3. Comunicazioni del Segretario Generale

Il Segretario D’Araio ha comunicato i risultati del controllo degli atti dovuto da legge.

Punto 4. Approvazione verbale seduta del 30/06/2016

Punto 5. Ratifica deliberazione di Giunta n.59 del 14/06/2016 (Variazione di Bilancio)
Punto 8. Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, verifica ed attestazione del permanere degli equilibri generali ed assestamento del Blancio

Rispetto al Bilancio previsionale votato ad aprile, la Variazione porta ulteriori investimenti che puntellano e completano il disegno di riqualificazione diffusa della Città, che vedrà i suoi frutti nei prossimi mesi.

Tra le nuove spese che verranno finanziate, alcune delle quali già in corso d’opera, è doveroso sottolineare:

-        Ulteriori 42.000 € per la ristrutturazione dell’Ostello, finalizzati al completamento degli impianti;

-        Circa 63.000 € per la sistemazione della facciata di Palazzo Ducale, rovinata dalla grandinata dello scorso anno, completando così la messa a nuovo del Palazzo insieme ai lavori di messa in sicurezza sismica, attualmente in esecuzione;

-        Ulteriori 100.000 € per il completamento del progetto di ristrutturazione della Scuola di Musica di Pieve, opera che sarà presto cantierabile e che, insieme al progetto di riqualificazione generato dal percorso partecipativo, cambierà il volto di Pieve.

Come è ben visibile, sono tutti interventi che aumentano il valore aggiunto di quanto è stato programmato, concentrando gli investimenti sugli asset strategici.

Nota a parte meritano i circa 95.000 €, comprensivi di IVA e Oneri, per la progettazione esecutiva del nuovo Palazzetto dello Sport.
Questa è la dimostrazione che sul tema Palasport la nostra amministrazione si sta muovendo con fatti concreti, con un ulteriore passaggio tecnico fondamentale, che si aggiunge a quelli politici e istituzionali fatti negli scorsi mesi, per arrivare in tempi brevi all’obiettivo!

I due punti sono stati votati con il voto favorevole di Guastalla Bene Comune e l’astensione delle opposizioni.

Punto 7. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare “Guastalla 5 Stelle” avente ad oggetto “Riforme Costituzionali”

Sulla mozione del Movimento 5 Stelle sulle Riforme Costituzionali ci siamo astenuti. Il testo proposto conteneva una prima parte totalmente schierata con il NO al Referendum, e una parte dispositiva che chiedeva di impegnare la Giunta a promuovere incontri e informazioni sul prossimo Referendum Costituzionale.

Come già ricordato ai colleghi di opposizione, votando una mozione si assumono anche le premesse come parte integrante della deliberazione. Se avessero voluto davvero proporre un testo laico e che raccogliesse il consenso di tutto il Consiglio, dove le posizioni sul tema referendario sono molteplici, le premesse sarebbero dovute essere neutre e non di una sola parte. Tale obiezione l’avremmo fatta in egual modo anche se ci fosse stato un testo apertamente schierato per il SI.

Non è assolutamente un problema dire che anche all’interno della maggioranza ci sono posizioni diverse sul quesito referendario, tuttavia crediamo che sui temi costituzionali e di funzionamento della democrazia ci debba essere libertà di coscienza!

Infine, crediamo che la richiesta all’Istituzione Comune di organizzare dibattiti e iniziative non sia propria delle funzioni dell’Ente, che rischierebbe così di cadere in strumentalizzazioni da parte delle forze politiche, come è già capitato in altri Comuni anche vicini al nostro.
Il compito di informare, di convincere i cittadini e di fare propaganda spetterà, come è ovvio, ai singoli Comitati che sorgeranno nelle prossime settimane.
Ovviamente, il Comune di Guastalla farà tutto quello che sempre si è fatto per informare al voto, metterà a disposizione i propri locali per iniziative di tutti i Comitati e, come annunciato dal Presidente del Consiglio Maestri, collocherà sul sito istituzionale un apposito box con il testo della riforma.

 

 

 

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.