Iniziative culturali: stiamo facendo di più con meno risorse

Iniziative culturali: stiamo facendo di più con meno risorse

MANIFESTO_54_7945Quando in campagna elettorale ci è stato spesso chiesto se avessimo intenzione di eliminare le “Notti Bianche” e le “Notti Rosa” noi promettemmo non solo che avremmo cercato di garantire una programmazione estiva intensa, ma anche che avremmo cercato di ampliare la proposta culturale delle “Notti”. In poco più di un mese dall’insediamento della nuova giunta, possiamo dire di aver mantenuto questa promessa.

Grazie all’azione dell’assessorato alla cultura, Guastalla ha un articolato programma di iniziative estive, a partire dal cinema all’aperto gratuito e da “Tutto in una notte” del 26 luglio.

Le limitate risorse economiche lasciateci nel bilancio per le iniziative culturali ci hanno portato alla decisione di concentrare gli sforzi su un’unica “Notte”, cercando di coinvolgere nell’organizzazione tutta la città e rivolgendo l’evento a tutte le generazioni, diversificando la proposta culturale e artistica. Inoltre, anche a settembre, mese in cui sarebbe dovuta svolgersi la “Notte Bianca”, sarà un mese fitto di appuntamenti, non lasciando scoperto nemmeno un week end, permettendo a diverse associazioni e realtà importanti del territorio di organizzare iniziative interessanti e di livello.

“Tutto in una notte” sarà quindi un primo esperimento di organizzazione corale degli eventi, in cui ci stanno sia quanto di buono fatto prima sia nuove proposte e nuove realtà desiderose di essere coinvolte.

Nessuno, quindi, ha distrutto quanto è stato fatto della precedente amministrazione riguardo alle iniziative estive, come invece sostiene l’ex assessore Elisa Rodolfi. Piuttosto, si è cercato di fare di più con meno, inaugurando una nuova stagione di trasparenza, in cui i bilanci saranno resi pubblici e in cui il Comune sarà alla guida di processi più partecipati e condivisi.

Sicuramente fa sorridere essere appellati come distruttori delle cose fatte dalle giunte precedenti da chi, per 5 anni, ha bloccato progetti già pronti come il Palazzetto dello Sport o non ha mai realizzato opere già finanziate come il completamento della rete ciclabile. La campagna elettorale è finita da tempo e forse qualcuno non se n’è accorto.

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.