RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE 25 MARZO

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE 25 MARZO

150326_foto-sitoLa seduta del Consiglio Comunale del 25 marzo, ha portato all’approvazione di importanti convenzioni che permettono di erogare servizi fondamentali per i cittadini, come quella del Sistema Bibliotecario Provinciale o quella con la Protezione Civile di Guastalla. Oltre a ciò, si sono portati a termine due nuovi regolamenti relativamente ai mercati del riuso ma soprattutto sulle nuove modalità di accesso al costo delle prestazioni agevolate, derivante dal nuovo sistema di calcolo dell’ISEE. Inoltre, con le interrogazioni/interpellanze della minoranza, si è potuto fare il punto sul tema eventi/manifestazioni e sulla sicurezza, argomento sul quale il Sindaco è già uscito con forza sulla stampa la settimana scorsa.
Infine, si è votata la nostra mozione sullo stato della Stazione Ferroviaria di Guastalla, concreto atto di un impegno dell’amministrazione per migliorare la fruizione degli utenti e dei passeggeri.

Punto 1: Comunicazioni del Sindaco
Il Sindaco ha comunicato che il Bilancio di previsione 2015 sarà votato nella seconda metà di aprile (molto probabilmente il 21). Sulla predisposizione del bilancio hanno gravato sicuramente una normativa in continua evoluzione e una incertezza sul fronte entrate da parte del governo centrale. Inoltre, poiché la contabilità pubblica dal 2016 dovrà essere redatta in una nuova forma, l’attuale bilancio deve essere fatto con entrambe le modalità diimpianto, affinché possa essere “ponte” rispetto ai bilanci degli anni prossimi.

Punto 2: Comunicazioni del presidente
Il presidente ha messo ai voti l’inserimento in Ordine del Giorno di un’interrogazione del Movimento 5 Stelle relativamente a Palazzo Ducale, pervenuta dopo la convocazione di questo consiglio. Sul punto ci siamo astenuti, affinché possa essere affrontato in modo più esaustivo e per trovare risposte più complete da parte della Giunta al prossimo Consiglio Comunale.

Punto 3: Approvazione verbali scorse sedute

Punto 4: Interrogazione del gruppo “Per Guastalla” su eventi e manifestazioni in centro
Questa interrogazione del centrodestra, chiedeva quali siano le iniziative in programma per la primavera/estate 2015 e perché, a detta loro, la Giunta ha incontrato l’associazione “Guastalla Live” solo dopo gli articoli di giornale usciti nei giorni scorsi.
Il Vicesindaco Pavesi ha risposto che la Giunta aveva concesso a “Guastalla Live” una stanza affinché si potessero incontrare e fare il punto tra di loro, chiedendo subito dopo un incontro con l’amministrazione comunale, che non è avvenuto, quindi, solo per sollecitazioni della stampa! Inoltre, la Giunta ha incontrato anche le altre associazioni di categoria, per discutere del futuro del commercio.
In merito agli eventi, l’assessore Negri ha elencato le iniziative in programma da qui a settembre, ricordando che da giugno ad oggi sono stati oltre 30 quelle organizzate in centro storico, e citando anche le spese preventivate. In particolare, l’assessore ha voluto rimarcare il programma con cui si riaprirà il Teatro Ruggeri dall’11 al 13 aprile prossimi, recuperando un contenitore culturale fondamentale per la vitalità del nostro centro.
Non appena possibile pubblicheremo il prospetto completo degli eventi in teatro.

Punto 5: Interpellanza del gruppo “Per Guastalla” sull’accesso ai disabili in teatro
Con questa interpellanza si chiedeva se nei lavori svolti di messa in sicurezza del Teatro fosse stato eseguito l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Sul punto ha risposto l’Assessore Lanzoni, la quale ha ricordato come premessa che l’attuale progetto, presentato nella primavera del 2014, i cui lavori iniziati a dicembre termineranno con il mese di marzo, era legato strettamente al sisma ed era un chiaro e dichiarato obiettivo dell’amministrazione riaprire il teatro prima dell’estate in modo da riconsegnare alla città questo importante luogo di cultura.
Il progetto di questa prima fase di lavori, predisposto dalla precedente amministrazione, non teneva conto dell’abbattimento delle barriere architettoniche e quindi si sarebbe dovuti intervenire con una integrazione al  progetto che avrebbe previsto un allungamento dei tempi e pure il reperimento di risorse proprie dell’ente.
Poiché, come già detto in più sedi, il Teatro sarà oggetto di successivi lavori di consolidamento strutturale, è impegno dell’amministrazione finanziare e progettare il superamento delle barriere architettoniche nel prossimo intervento. A tal scopo, infatti, si è già chiesto ai progettisti di prevedere nel progetto del secondo stralcio l’inserimento di tale opera.

Punto 6: Mozione del Movimento 5 Stelle per la stipula di un’Assicurazione del cittadino
Come già riportato dalla stampa locale nei giorni scorsi, tale mozione chiede all’amministrazione comunale di valutare e stipulare una polizza assicurativa che risarcisca i danni dei cittadini dovuti a furti e azioni di microcriminalità.
Un nostro emendamento, ha modificato leggermente la parte dispositiva, affinché fosse chiaro nel testo che ci s’impegna per “approfondire le condizioni per un’eventuale stipula”. Infatti, osservando alcune esperienze analoghe, abbiamo potuto vedere che sono diversi gli approcci presi in vari Comuni, alcuni di successo e altri no. Per questo è un preciso impegno quello di valutare le differenti modalità per arrivare a questo obiettivo, discutendo poi in Commissione quale strada intraprendere.
La mozione emendata è stata votata all’unanimità.

Punto 7: Individuazione delle porzioni di territorio comunale non metanizzato alle quali sono applicabili le riduzioni del prezzo per il gasolio e il GPL utilizzati come riscaldamento
Questo atto, rinnovato ogni anno, permette di applicare sconti sul prezzo del gasolio e il GPL utilizzati per il riscaldamento in quelle parti di territorio in cui non arriva la rete del gas metano. Ogni anno tale atto si aggiorna perché aumentano sempre vie “metanizzate”, obbligando quindi ad una revisione.
Il punto è stato votato all’unanimità.

Punto 8: Rinnovo della convenzione tra il Comune di Guastalla e l’Associazione dei Volontari per la Protezione Civile “I Ragazzi del Po” per la gestione delle emergenze nel periodo 2015-2017
Come detto in premessa, la convenzione tra il Comune e la Protezione Civile è un atto che dà continuità ad una collaborazione attiva già instaurata da anni, i cui frutti si sono visti in modo evidente nella gestione delle recenti emergenze come la Piena del Po di novembre 2014.
Nella convenzione il Comune di impegna ad erogare annualmente 10.000 € a “I Ragazzi del Po”, oltre alla messa a disposizione della sede all’interno della Palestra Bisi.
Il punto, ampliamente discusso in commissione, è stato votato all’unanimità.

Punto 9: Autorizzazione alla permuta di terreno di proprietà comunale e alienazione di porzione di marciapiedi posti in Viale Lido Po e autorizzazione all’acquisto al patrimonio comunale di area espropriata in seguito alla sentenza del Consiglio di Stato n.494/2014
Attraverso una permuta di piccoli appezzamenti di terreno a ridosso del Viale Po, quest’atto, dando attuazione ad una sentenza del Consiglio di Stato, risolve un lungo contenzioso tra un privato e il comune, che trae origine dalla procedura di esproprio avviata nel lontano 1996 e legata proprio alla realizzazione della pista ciclo-pedonale di Viale Po.
Il punto è stato approvato con la sola astensione del Movimento 5 stelle.

Punto 10: Approvazione regolamento mercati del riuso
Il regolamento sui mercati del riuso, già oggetto di un lungo confronto in commissione, ha l’obiettivo di normare un campo che la legislazione regionale non assimila al commercio ordinario e che lascia quindi spazi di ambiguità. Il lavoro fatto, come sottolineato dal nostro consigliere Cesare Sacchi, ha avuto proprio l’intento di eliminare più ambiguità possibili, cercando di disciplinare in modo chiaro questi mercati all’interno del quadro legislativo.
In allegato trovare il regolamento (punto 10), votato all’unanimità.

Punto 11: Approvazione convenzione per la partecipazione al Sistema Bibliotecario della Provincia di Reggio Emilia 2015-2017
Il sistema bibliotecario della Provincia di Reggio è sicuramente uno dei più avanzati a livello nazionale, garantendo un’integrazione tra le varie biblioteche della provincia (anche quelle scolastiche, universitarie e speciali). Questo atto è fondamentale per mantenere una continuità e una collaborazione concreta tra i Comuni anche dopo che le Province saranno svuotate della funzione “cultura” dalle nuove riforme.
Il consigliere Berni ci ha tenuto a rimarcare il ruolo che hanno le biblioteche nel nostro sistema sociale e i servizi in continua evoluzione che supportano, come quello della media-library che ha creato un database unico e gratuito di accesso ad e-book, e-learning e quotidiani online.
Inoltre, è evidente anche come il recupero della Biblioteca Comunale di Palazzo Frattini sia stato importante per ridare spazio ad eventi culturali sulla nostra città.
Il punto è stato votato all’unanimità.

Punto 12: Approvazione del regolamento per l’accesso e la partecipazione al costo delle prestazioni sociali agevolate
Il regolamento è un atto necessario e indispensabile per il recepimento della normativa statale (DPCM 159/2013) che rivede le modalità di calcolo dell’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente).
È uno strumento tecnico nel quale vengono individuati i criteri per la valutazione delle condizioni economiche da utilizzare per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate (servizi e prestazioni sociali, socio-assistenziali, educative e legate al diritto allo studio).
Tante sono le novità introdotte dal decreto, tra le quali: una rimodulazione rispetto alla situazione reddituale che viene presa in esame, una ridefinizione del nucleo famigliare e la determinazione di una  “ISEE corrente”, inserita per rispondere più tempestivamente al mutare delle condizioni reddituali. Tale dichiarazione può essere presentata in caso di perdita del lavoro e con un reddito che varia in misura maggiore al 25%. In questi casi il riferimento per l’accesso non sarà più la sola situazione dell’anno precedente, ma si terrà conto della condizione economica della famiglia al momento di richiesta di una prestazione sociale.
Il regolamento è stato redatto e condiviso dai servizi sociali degli 8 comuni dell’Unione, in modo da garantire omogeneità su tutto il territorio sia per quanto riguarda i criteri di calcolo, ma anche gli ambiti di applicazione e i successivi e necessari controlli.
Il punto è stato votato all’unanimità.

Punto 13: Approvazione del regolamento delle riprese foto-audio-video del Consiglio Comunale
La votazione di questo punto è stata rimandata, su richiesta delle minoranze, al prossimo Consiglio Comunale, per poter approfondire in commissione trasparenza alcuni aspetti tecnici. Il nostro gruppo consigliare nell’ottica di un’ampia condivisione ha accolto favorevolmente la richiesta.

Punto 14: Mozione di Guastalla Bene Comune riguardante la situazione della Stazione Ferroviaria di Guastalla e dei servizi FER-TPER
Della nostra mozione per chiedere a FER e TPER di riqualificare la Stazione di Guastalla, risolvendone i disservizi ormai cronici, abbiamo già parlato nelle scorse settimane (http://www.guastallabenecomune.it/stazione-di-guastalla-una-nostra-mozione-contro-lo-stato-dabbandono/).
La mozione non voleva essere una mera azione di denuncia, per la quale sarebbe bastato un comunicato stampa. Bensì, aveva l’obiettivo di dare un mandato politico pieno alla Giunta da parte di tutto il Consiglio Comunale, e quindi di tutta la cittadinanza, per farsi portavoce verso i vertici dei gestori del servizio con più forza.
Non ci illudiamo che questi problemi possano essere risolti velocemente, visto che si protraggono ormai da anni, ma l’amministrazione comunale continuerà a tenere alta l’attenzione, come ha già fatto nel luglio scorso quando ha chiesto un incontro FER e TPER.

Su questa mozione, il Movimento 5 Stelle aveva presentato un emendamento per chiedere nella parte dispositiva che il Comune di Guastalla si facesse portavoce anche per l’istituzione della linea Reggio-Mantova.
Come si può apprendere dalla stampa di questi giorni (http://www.guastallabenecomune.it/rassegna-stampa/http://www.guastallabenecomune.it/da-reggio-mantova-treno-il-pd-chiede-impegno-concreto/), il Gruppo Consiliare Guastalla Bene Comune sta coordinando da tempo un’azione supportata dalla federazione provinciale del PD per proporre una mozione in tutti i Comuni della tratta per istituire una metropolitana di superficie tra la stazione Mediopadana e il capoluogo lombardo. Questa mozione verrà presentata alla stampa sabato 11 aprile e crediamo che il gioco di squadra fatto tra due province sia un’assoluta novità positiva per raggiungere importanti risultati.
Poiché quindi sul tema della Reggio-Mantova si discuterà ad aprile in modo specifico, abbiamo deciso di astenerci sull’emendamento, affinché la mozione sulla Stazione fosse contingente e perimetrata all’ambito locale.

Il voto unanime sulla mozione finale è un buon punto di partenza per dare più forza all’azione di governo.

Punto 15: Mozione del Gruppo “Per Guastalla” sulla videosorveglianza integrata
La mozione del centrodestra inseriva una lunga serie di luoghi in cui installare apparecchiature di videosorveglianza, chiedendo anche che le telecamere fossero tutte di proprietà del Comune e che per installarle fossero utilizzate le entrate delle sanzioni amministrative.
Tale formulazione a nostro avviso era molto vincolante e rischiava di essere disattesa dai fatti.

Per questo con un nostro emendamento abbiamo rimosso le parti sull’utilizzo delle sanzioni come fonte di finanziamento delle telecamere (possono anche esserci altre fonti) e sulla proprietà imperativa del Comune di Guastalla, poiché anche soggetti privati possono integrare questo sistema.
Inoltre, il nostro emendamento proponeva che i luoghi in cui installare le telecamere fossero opportunamente individuati tenendo conto del parere tecnico del Corpo Unico di Polizia Municipale.
L’emendamento (votato a favore solo da Guastalla Bene Comune) non intendeva, quindi, depotenziare la mozione, bensì tenerla più aperta possibile per raggiungere l’unanimità sul punto.

Sul tema abbiamo ribadito ancora una volta che la sicurezza e la prevenzione non si generano solo con misure deterrenti come le telecamere, ma cercando di far tornare vivi i luoghi pubblici, come si farà, per esempio, sul quartiere Guastalla 2.
Il Sindaco, nel suo intervento, ha anche aggiunto due importanti passi avanti fatti dall’amministrazione come la richiesta al Prefetto di riunire il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, concordato con il nuovo Comandante del Corpo Unico di Polizia Municipale, e la richiesta di un incontro pubblico sul tema sicurezza con l’arma dei Carabinieri. Tali momenti possono essere utili a fornire dati comparati sul tema sicurezza, che possono precisare e rendere più veritiero il quadro.
In più, il Sindaco ha spiegato che c’è già uno studio per l’installazione delle telecamere nei varchi in entrata ed in uscita da Guastalla: rotonda ella variante alla Cispadana a S.Martino, rotonda zona Conad (verso l’argine per Gualtieri) e rotonda nella zona Coop sulla provinciale per Novellara.

Stupisce ed è paradossale, quindi, che il gruppo di centrodestra “Per Guastalla” sia stato l’unico che ha votato contro la formula finale della propria mozione, che con gli emendamenti non veniva in nessun modo depotenziata o cassata, ponendo le basi per un impegno reale dell’Amministrazione.
Infine, è curioso che il Consigliere Iafrate dica che su questo punto il suo obiettivo era quello di raggiungere l’unanimità, quando poco prima aveva iniziato il proprio intervento appellando la maggioranza come “ignorante in materia”, “miope” e rifugiata dietro un buonismo ideologico.
Il dibattito e la condivisione non si iniziano di certo partendo dalle offese.

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.