Trasloco del mercato, è mancata la comunicazione

Trasloco del mercato, è mancata la comunicazione

2_1Il trasferimento del mercato da piazza della Repubblica ad altre zone del centro storico ha comportato disagi prima di tutto per l’assenza di un’adeguata e preventiva comunicazione a residenti, ambulanti e commercianti”. Camilla Verona, capogruppo di “Guastalla Bene comune” e candidata sindaco del Pd alle elezioni di maggio, interviene sui problemi riscontrati da cittadini ed esercenti nel primo giorno di trasferimento del mercato. “Non entro nel merito della collocazione delle bancarelle – dice la capogruppo – ma da più parti mi è stato fatto notare che le informazioni sul trasloco, a causa dei lavori di riqualificazione della piazza, sono state carenti e tardive”.

Alcuni ambulanti si sono lamentati per non aver potuto informare i loro clienti sul nuovo posizionamento, altri sostengono di essere stati collocati in zone marginali o difficilmente raggiungibili in auto dagli anziani. “Residenti, commercianti e lavoratori di uffici pubblici hanno dovuto fare i conti all’improvviso con la viabilità stravolta e problemi di parcheggio o di entrata e uscita dal centro storico”, aggiunge Camilla Verona. Ogni mercoledì e sabato, dalle 5 alle 15, numerose vie del centro devono essere sgomberate dalle auto, pena la rimozione dei veicoli e le relative sanzioni.

In merito ai lavori di riqualificazione di Piazza della Repubblica, che dovrebbero terminare a maggio e costare 446mila euro, la candidata constata che non se ne è discusso in consiglio comunale, se non in modo del tutto incidentale e casuale. “I lavori sono stati affidati a un’impresa mediante procedura negoziata, perché sono di importo inferiore a un milione di euro – osserva la capogruppo di “Guastalla Bene comune” – Ma un progetto così importante doveva essere sottoposto ai consiglieri comunali per le opportune valutazioni e alla Commissione competente. Invece è stato fatto tutto molto in fretta. La delibera di giunta è del 10 febbraio mentre l’assegnazione, a tempi di record, è avvenuta il 7 marzo. L’8 marzo il progetto è stato illustrato ai guastallesi e il 10 i lavori sono partiti. Una fretta da campagna elettorale?

Condividi questo post

Lascia un commento

Your email address will not be published.